Attività Scuola Primaria di Valfenera

A.S. 2021/22

festa della terra

8 giugno 2022. Gli alunni della Scuola Primaria di Valfenera hanno trascorso l’ultimo giorno di scuola alla ROCCA di Valfenera e, divisi per squadre, hanno partecipato a giochi ed attività:

  • DIFFERENZIAMOCI: i bambini sanno conferire correttamente i rifiuti nei vari contenitori della raccolta differenziata?
  • MEMORY DEL BOSCO: 10 oggetti del bosco come legnetti, pigne, foglie… sono stati nascosti sotto un telo. I bambini dovevano osservare attentamente, poi ne è stato tolto uno alla volta e, a rotazione, le squadre dovevano scoprire l’oggetto mancante.
  • LANCIO DELLA PIGNA: consiste nel lanciare il più lontano possibile una pigna.
    Si è gareggiato prima con la propria squadra e poi si sono sfidati i vincitori di ogni squadra.
  • PAROLE DELLA TERRA: ogni squadra ha preparato uno slogan inerente la Festa della Terra
    e lo ha condiviso con tutti utilizzando striscioni, cartelloni, fogli…
  • ORIENTIAMOCI: si svolge a coppie, il bambino bendato viene accompagnato da un compagno ad abbracciare un albero a scelta tra quelli vicini. Una volta tolta la benda, dovrà riconoscere l’albero che aveva abbracciato e condurre a lui il suo compagno di giochi
  • COLTIVIAMO L’AMORE PER IL PIANETA: ogni bambino ha ricevuto un cuore da interrare
    realizzato con la cartapesta di giornale, semini di fiori e succo di mirtillo che potrà portare
    a casa come simbolo del suo amore verso il pianeta e come ricordo della Giornata.

La giornata è stata anche un’occasione di continuità con la scuola dell’Infanzia di Valfenera.

Visita il nostro Museo virtuale con le opere realizzate dagli alunni sul tema della sostenibilità e della tutela dell’ambiente.

Museo virtuale primaria Valfenera

PACE!🌈☮️

Canta la pace con noi,
canta non ti pentirai,
canta e dammi la mano perché,
cosa più bella non c’è!

UN AIUTO PER L’UCRAINA

4 febbraio. Anche la scuola primaria ha partecipato alla raccolta di generi alimentari e aiuti di prima necessità a cui ha aderito la parrocchia di Valfenera. La scuola è stato punto di raccolta per i bambini. Le famiglie hanno contribuito con generosità all’iniziativa. Tutto il materiale donato è stato ritirato dai volontari che, dopo averlo inscatolato ed etichettato, provvederanno a consegnarlo ai centri di raccolta della rete che fornisce assistenza umanitaria alle popolazioni coinvolte nella guerra.

ATTIVITÀ SULLA PACE

IL PROGETTO CROCUS… continua

Febbraio ’22. Noi, piccoli giardinieri, ci prendiamo cura dei nostri bulbi di crocus, innaffiandoli e scrutando il terreno, impazienti di vederli spuntare uno ad uno!
Proteggiamo l’aiuola utilizzando una rete e delimitiamo l’area con i cartelli che abbiamo preparato.

GLI AUGURI DI NATALE

23 dicembre ’21. Tutti gli alunni della scuola primaria si riuniscono nel cortile e, con un canto, augurano a tutti Buone Feste!

OPEN SCHOOL 2021

11 dicembre ’21. I bambini della classe V presentano la scuola primaria di Valfenera:

GIORNATA DELLA SICUREZZA

22 novembre ’21. Giornata della Sicurezza. Scopo della Giornata è sensibilizzare gli alunni sull’importanza della sicurezza e della prevenzione degli incidenti ed infortuni scolastici. Alla richiesta “La scuola è sicura se…” i bambini delle diverse classi hanno risposto così…

FESTA DEGLI ALBERI

19 novembre ’21. Per celebrare la festa degli alberi, questa mattina noi alunni della scuola primaria siamo entrati nei panni di piccoli giardinieri. Abbandonati momentaneamente libri, quaderni e penne, ci siamo dotati di appositi attrezzi da giardino: palette, guanti, una piccola zappa, innaffiatoio e abbiamo dato il via alla prima fase del progetto, la creazione di un’aiuola di crocus costruita a forma di stella nel cortile della scuola.

La scelta della posizione non è stata casuale, come neppure quella delle piantine. Abbiamo individuato un piccolo spazio visibile dove collocare i fiori: davanti all’ingresso della nostra scuola ci sembrava il punto migliore, perché ben visibile e in una zona di passaggio. Abbiamo messo a dimora più di cinquanta bulbi che la fondazione irlandese HETI fornisce alle scuole che lo richiedono. I bulbi di Crocus da piantare in autunno, nel mese di novembre, fioriscono, poi, intorno alla data del 27 gennaio – Giorno della Memoria. I fiori, di un vivace colore giallo, dal momento in cui sbocciano servono a mantenere viva la memoria dei bambini ebrei, costretti a portare la stella gialla cucita sul petto, privati dei loro Diritti, durante il tragico periodo della Shoah. 

Partecipare al progetto vuol dire imparare il valore del rispetto, dell’accoglienza e della speranza. I piccoli bulbi attraversano indenni il freddo e l’ostilità dell’inverno e con i primi raggi del sole sbocciano come simboli di rinascita, libertà e bellezza.

Abbiamo anche posizionato alcuni cartelli illustrativi dell’iniziativa. Ora non ci resta che innaffiare ogni tanto e accompagnare la loro crescita con fotografie scattate periodicamente, ma anche con un semplice sguardo in attesa della fioritura. Un piccolo segno che ci invita a ricordare il passato per costruire un presente migliore.

GLI ALBERI:COSì IMPORTANTI DA MERITARSI...UN ABBRACCIO!

Un gesto spontaneo e forte, un incontro con la natura che ci ama e ci rigenera, un contatto che ci fa stare bene e ci rasserena. Nello stare insieme, nel condividere un unico spazio, nel sentirci legati, attraverso la forza di un abbraccio, ci accorgiamo anche di un altro aspetto che ci rende simili agli alberi: la diversità. È una sorpresa scoprire, quanta diversità ci sia tra gli alberi, proprio come tra di noi. Tutti diversi, ma uguali. Ognuno di noi è unico e speciale.

Salutiamo i nostri amici con un bacio “soffiato”… mandato sulla punta delle dita. Festeggiamo gli alberi con le sculture di Maurizio De Rosa, baci in terracotta che ci invitano a cogliere la bellezza e l’arte anche nelle piccole cose di ogni giorno. Appendiamo anche una frase che possa far riflettere tutti coloro che, attraversando il nostro parco, la leggeranno.

Ora sappiamo che gli alberi meritano di essere curati, protetti e coccolati 365 giorni all’anno per il loro instancabile e prezioso lavoro.

A.S. 2020/21

PEDIBUS

Ma quant’è bello ritrovarsi la mattina per andare a scuola insieme?  Ce lo possono spiegare i bambini della scuola primaria di Valfenera che anche quest’anno hanno partecipato a “Pedibus”, ovvero un modo alternativo per passeggiare in compagnia partendo da casa e dirigendosi a scuola. A gestire la lunga carovana di studenti ci sono genitori disponibili a fare da apri e chiudi pista. Una fila di bambini, di diverse età che, in maniera sana ed ecologica, si dirigono a scuola utilizzando ognuno la propria “linea” di pedibus, ovvero l’autobus che va a piedi. Si viaggia con il sole e con la pioggia, in inverno come in primavera, rispettando la segnaletica stradale, imparando ad essere più autonomi, a beneficiare della camminata con tutti gli amici e i compagni di scuola e a sensibilizzarsi, fin da piccoli, verso la mobilità sostenibile e la tutela dell’aria del proprio paese.


una casetta per gli uccellini

A Natale gli alunni della scuola primaria di Valfenera hanno ricevuto dall’Amministrazione Comunale un dono speciale: una casetta destinata agli uccellini, da decorare e personalizzare, una per classe. I bambini hanno lavorato attivamente e con entusiasmo per renderle creative ed accoglienti, in modo da offrire agli uccellini rifugio e sicurezza.

Ora verranno affidate ai volontari dell’associazione che cura il parco “La Rocca”, un’area degradata ed impiegata come discarica che oggi è luogo di ritrovo e di educazione ambientale. 

Esse verranno posizionate, nei prossimi giorni, nel parco in base alle indicazioni della Lipu e, con grande soddisfazione dei bambini, ci auguriamo possano diventare nidi per pettirossi, cince e passeri…

Ovviamente non potranno mancare gli autori di queste creazioni, pertanto l’installazione sarà anche l’occasione per gli alunni di visitare il parco e progettare nuove attività!

Qui l’articolo pubblicato.


Vi presentiamo la nostra scuola


A.S. 2019/20

CODEWEEK 2019

Torna anche quest’anno l’appuntamento con la settimana dedicata alla programmazione informatica. Settimana di laboratori sul coding che hanno visto gli alunni cimentarsi con percorsi, istruzioni e insoliti problemi da risolvere sia unplugged che online.

Giochi interattivi svolti a coppie, in gruppo e anche a classi aperte in modo da favorire il confronto e la la condivisione di strategie risolutive, ma soprattutto perché è più divertente.
Con “Ballando con il codice” gli alunni delle classi IV e V hanno avuto a che fare algoritmi e cicli e hanno scoperto come sia possibile, “trascinando” colorati blocchi di istruzioni, creare un progetto che si può condividere con gli amici.

Attività in lingua inglese con Il linguaggio del coding: esempio di percorso inventato dai ragazzi e riprodotto sul quaderno con indicazioni ed utilizzo di lessico di base e verbi di azione modulati in base alla classe come difficoltà e lunghezza.

I bimbi hanno fatto coding anche con giochi in palestra eseguendo le istruzioni in inglese: ogni posizione rispecchiava un comando/verbo d’istruzione. Hanno utilizzato in modo operativo e coinvolgente direzioni e preposizioni di luogo.
P.S. sono stati bravissimi!!

E come fare il cosiddetto codice unplugged? Semplice: basta munirsi di fogli di carta, matite e un po’ di ingegno e fantasia. Si può, ad esempio, immaginare lo schermo di un pc come formato da un reticolo di caselline: agli alunni viene richiesto di disegnare sui quadretti del quaderno uno schema (come quello della battaglia navale) e colorare solo gli spazi che andranno a comporre l’immagine che si desidera. Si tratta della PixelArt.
Molto utile il processo inverso, data una immagine disegnata su un foglio a quadri, codificare i passaggi da eseguire affinché questa venga riprodotta.

Imparare a programmare ci aiuta a dare un senso al mondo che cambia rapidamente intorno a noi, ad ampliare la nostra comprensione di come funziona la tecnologia e a sviluppare abilità e logica. La programmazione è divertente e creativa accessibile a tutte le età e a tutti gli alunni.


ATTIVITÀ DI EDUCAZIONE MOTORIA

Attività di educazione motoria e di avvicinamento allo sport per gli alunni di tutte le classi con gli istruttori della Ass. Polisportiva Mezzaluna di Villanova d’Asti.
I più piccoli sono stati coinvolti in un percorso di approccio al tennis.

I più grandi hanno partecipato ad attività di atletica.

Queste attività sviluppano la coordinazione, la velocità dei movimenti e la capacità di reazione. Allenano la capacità di concentrazione, un’abilità che sarà parte del bagaglio emotivo e psicologico del bambino e che tornerà utile in tanti aspetti della vita.


A.S. 2018/19

Bocciando s’impara!

Bocciando s’impara è un progetto promosso dalla Federbocce Italiana. L’obiettivo è vivere in armonia con sé attraverso lo sport delle bocce condividendo valori come l’uguaglianza, la socializzazione e l’amicizia.
Gli alunni delle classi III-IV-V hanno partecipato ad alcune lezioni nella palestra della scuola con esperti della Bocciofila di Valfenera.
Il progetto si concluso con un’uscita presso l’area sportiva di Valfenera dove i ragazzi hanno assistito all’esibizione del campione mondiale Luigi Grattapaglia e fatto prove di tiro a punto nel cerchio e qualche tentativo di bocciata.

Visualizza altre immagini delle attività

I ragazzi che si sono appassionati potranno proseguire iscrivendosi alla scuola di bocce di Valfenera e saranno seguiti da istruttori giovanili e tecnici.


Il nuovo scuolabus!

I bambini della scuola primaria festeggiano l’arrivo del nuovo scuolabus che diventerà il protagonista di tante future uscite!


Feste dello Sport

23 maggio. Partecipazione degli alunni delle classi III-IV alla Festa dello Sport presso il campo sportivo Mezzaluna di Villanova d’Asti. Gli istruttori della Polisportiva hanno proposto gare di corsa, judo, calcio e tennis animando la giornata.

Visualizza altre immagini delle attività

24 maggio. Festa dello Sport presso il Campo sportivo di Asti per gli alunni della classe V.

Questi eventi hanno rappresentato i momenti conclusivi di Sport di Classe, il progetto che promuove lo sport come metodo educativo, fonte di aggregazione, socializzazione e salute.


Gita alla Ludocascina

17 maggio. Noi alunni delle classi I e II abbiamo trascorso una giornata speciale presso la Ludocascina “La Ciliegia e il Gioanin” di Pecetto Torinese.
Un breve percorso a piedi in mezzo alla natura e poi veniamo accolti all’interno della Ludocascina. Ad attenderci una gustosa e sana merenda. Un bel modo di iniziare la giornata!

Ed ora si entra nel vivo del tema di oggi. Alla scoperta della ciliegia dal punto di vista di chi la conosce profondamente… un bruco, anzi un Gioanin, che ha un grande desiderio: sentire “il profumo del prato”. E per realizzare il suo sogno dovrà vivere un sacco di avventure.

Visita alla serra: alla scoperta delle caratteristiche delle piantine e del loro ciclo di vita.

E ora… al lavoro! Piccoli giardinieri alle prese con le fragole: piantine in affido.

VISUALIZZA ALTRE IMMAGINI DELL’ATTIVITÀ

Prepariamo la marmellata di fragole seguendo la ricetta tratta da un libro antico in tutte le sue fasi

VISUALIZZA ALTRE FOTO DELL’ATTIVITÀ

Mentre la marmellata cuoce, noi pranziamo tutti insieme e poi giochiamo un po’

Arrivano le ciliegie: prima le gustiamo e poi… il gioco più divertente: chi lancia il nocciolo più lontano?

Assaggiamo la nostra marmellata, poi ci portiamo a casa un ricordo di questa giornata!


Attività dedicate alle mamme

Una carrellata di lavoretti creativi che spazia dalle decorazioni con la pasta di mais, ai bouquet e festoni floreali ad una collezione di mini calzature.

Non mancano le golosità: bon bon al cioccolato rigorosamente equo-solidale! Per sperimentare e condividere quello che abbiamo imparato nel percorso Coop di educazione alimentare.


PERCORSI COOP DI EDUCAZIONE AL CONSUMO CONSAPEVOLE

Due percorsi davvero interessanti per imparare a diventare consumatori più attenti e rispettosi. Un primo modo utilissimo e fattibile di iniziare a pensare in modo sostenibile fin da piccoli: riflettendo sui nostri consumi, sui nostri sprechi e sulla condivisione delle risorse.

È importante leggere le etichette, fare scelte sostenibili adattandole alla vita reale e alle proprie possibilità economiche, valutare bene le date di scadenza, utilizzare meno imballi, produrre meno scarti possibili, attuando il cambiamento giorno dopo giorno. Con una particolare attenzione alla salvaguardia dell’ambiente nel rispetto delle diverse culture.

Laboratorio: CIOCCOLATO (classi II e III)

Parole chiave: legalità, democrazia economica, etica e responsabilità

Il percorso ha previsto un primo incontro in classe in cui gli alunni sono stati coinvolti in una riflessione sul cacao e sul cioccolato acquisendo informazioni sull’origine e la lavorazione del cacao e sui meccanismi che ne regolano il commercio internazionale. Sono state analizzate le differenze tra le varietà di cioccolato mettendo in evidenza la distinzione di questi dai surrogati. Attraverso giochi di simulazione, è stato infine introdotto il tema del commercio equo e solidale.

L’attività si è conclusa con una spesa simulata presso l’Ipercoop di Chieri in cui i bambini, nel ruolo di clienti, hanno potuto mettere in pratica le conoscenze acquisite e confrontarsi sulle loro scelte.

Laboratorio: SNACK & CO (classe IV)

Parole chiave: educazione al gusto, lettura etichette.

Gli alunni sono stati accolti presso l’Ipercoop di Chieri e, divisi in gruppi, hanno ricevuto una lista della spesa con precise indicazioni su cosa mettere nel carrello. Poi, tutti insieme, si sono analizzati i diversi prodotti verificandone le caratteristiche e gli ingredienti.

Interessante e formativa la successiva attività in classe condotta sotto forma di gioco a squadre. L’analisi dei prodotti industriali, del loro packaging e della pubblicità che li circonda è stata lo  spunto per motivare i ragazzi a prendere in considerazione scelte alimentari alternative e consapevoli, partendo dalle loro abitudini alimentari.


Creazioni pasquali


A Venasca per scoprire come nascono i suoni

Giovedì 11 aprile gli alunni delle classi III, IV, V hanno visitato La fabbrica dei suoni di Venasca (CN). Ad accoglierli il Prof. Macro e l’allievo Micro con un coinvolgente cartone animato in 3d che li vede alle prese con suoni e rumori. Nel percorso all’interno della fabbrica ogni sala è stata una sorpresa: un accattivante percorso ha permesso loro di conoscere i parametri di altezza, intensità, timbro e durata, sperimentare la vibrazione dei suoni, la propagazione dell’onda sonora nello spazio e conoscere strumenti musicali provenienti da tutto il mondo.

È stato emozionante entrare all’interno di strumenti musicali giganti, sedersi su altalene per ascoltare i suoni della natura,  vedere visualizzata l’onda della propria voce e salire fisicamente su una scala musicale!

Nel pomeriggio hanno partecipato al laboratorio “QUI E’ TUTTO OC” sulla musica occitana e sulla sua tradizione millenaria.
Il laboratorio ha compreso tre coinvolgenti attività:
FILS E BOTONS GLI STRUMENTI MUSICALI con la presentazione dei principali strumenti musicali utilizzati nella tradizione occitana e l’ascolto di alcuni brani dal vivo; SE CHANTA con l’esecuzione di alcuni semplici canti in occitano di cui i ragazzi hanno appreso velocemente il ritornello e sperimentato l’uso della lingua;
W QUI BALLA!! LE DANZE OCCITANE: via alle danze di gruppo tratte dal patrimonio di varie regioni (Valli alpine italiane, Provenza, Auvergne, Pirenei…).


Mastro Geppetto

Sembra appena uscito dalle pagine del celebre libro di Collodi. È per tutti zio Renato, in arte Mastro Geppetto, il simpatico signore che martedì 9 aprile ha divertito i bambini più piccoli con i suoi giochi in legno. Giochi creativi, giochi della nostra tradizione che hanno accompagnato l’infanzia di chi oggi bambino non è più. Ma l’incanto rimane il medesimo.
Occhi rapiti e piccole mani impazienti hanno esplorato materiali, meccanismi semplici ma incredibilmente funzionali, tutti da scoprire.
Ma quanta abilità ci vuole per colpire una semplice nocciolina in caduta libera? E come si può distogliere lo sguardo da questo strano uccellino che arriva in fondo picchiettando ritmicamente, quasi fosse vero.
Ma in quelle 2 valigie, Mastro Geppetto, quanti altri giocattoli nascondi?
Quando fantasia e passione si incontrano è impossibile non rimanerne affascinati.

Clicca per visualizzare altre foto dell’attività


Pedibus

Anche quest’anno, grazie alla buona volontà di alcuni genitori, a Valfenera è stato organizzato il Pedibus. Una comitiva allegra ed entusiasta formata da bambini della scuola dell’Infanzia e Primaria guidata da mamme volontarie, ogni giorno si reca a scuola partendo dal punto di raccolta in piazza Largo Conte Quirico.

Lo scopo del progetto è educare i nostri bambini a muoversi a piedi, preferendo, nelle piccole distanze, questa modalità all’auto: una cultura ambientale e salutistica…


Dal latte al formaggio

19 febbraio. Il formaggio raccontato ai bambini.
Una lezione speciale per scoprire tutti i segreti del formaggio, un alimento antico e naturale e per apprezzarne tutte le qualità preziose per il gusto e per la salute. La signora Mara Viglione ha presentato ai bambini tutte le fasi per la produzione del “primo sale”. Tutto ha inizio dal latte “un po’ calduccio” contenuto all’interno di un grosso bidone. I bambini hanno potuto sentirne la temperatura prima che facesse la sua comparsa un ingrediente magico, ma sconosciuto, con un odore insolito e di colore giallo, che, dosato in giusta quantità, va aggiunto al latte ed è indispensabile, ha spiegato Mara, per realizzare il formaggio: il caglio! L’attesa di alcuni minuti prima della cagliata ci ha insegnato che le cose fatte a mano hanno bisogno di tempi… attesa… pazienza.

Ma perché il latte è bianco?
Nel frattempo i bambini hanno cercato la risposta a questa domanda, tanto curiosa quanto impegnativa! “Perché c’è la farina?” “Nooo!” Il latte, costituito soprattutto da acqua, deve il suo colore alla presenza delle proteine (caseina) di colore bianco, agli zuccheri (lattosio), ai sali minerali disciolti.
Durante la fase di riposo le proteine del latte hanno avuto il tempo necessario per coagulare: il latte, trasformatosi in cagliata, ha assunto una consistenza gelatinosa, molto simile a quella di un budino.
Si è proceduto quindi con la rottura della cagliata, ovvero con la separazione della cagliata dal siero o latticello con un attrezzo che i casari chiamano ”spada”. L’ideale poi è “rompere” ancora la cagliata con un frustino, in modo molto delicato e lasciar riposare nuovamente: così facendo, verrà facilitata la precipitazione della parte solida. Infine Mara ha trasferito la cagliata in apposite fuscelle di plastica che lasciano gocciolare il siero.

Il giorno dopo
Finalmente abbiamo potuto gustare il prodotto finale, un alimento gustoso e sano.
È stata un’attività coinvolgente dove i profumi, la manualità, i colori e i sapori ci hanno dato la possibilità di fare un viaggio nelle tradizioni del nostro territorio.

Di seguito i video con tutte le fotografie dell’attività


Corso di acquaticità

Riprende il corso di acquaticità presso la piscina di Montà per le classi III-IV-V. Gli alunni partecipano con entusiasmo alle lezioni…


Visita alla mostra “Dal Nulla al Sogno”

presso la Fondazione Ferrero di Alba

24-01-2019. Gli alunni della classe prima osservano curiosi le opere esposte che sembrano create apposta per sorprendere e stupire i visitatori. Immagini fantasiose che, come dice la guida che li accompagna tra le colorate sale del museo, sembrano emergere dai sogni e si prestano ad interpretazioni diverse in base agli occhi e alle emozioni di chi le osserva. I bambini sono stimolati a pensare la realtà in modo inedito, “surreale”. Ed ecco comparire cassetti che nascondono ricordi e segreti, specchi ribelli che ripetono anziché riflettere e stivali che si trasformano in piedi… o è il contrario?

Dopo una golosa merenda, giocano con l’arte di René Magritte nel laboratorio “Questa non è una finestra” e realizzano 4 diverse texture (cielo, erba, mattoni, sabbia).  I cartoncini sono inseriti all’interno di una cornice-finestra che riprende la forma di un oggetto tipico delle tele di Magritte.

Altre immagini della gita


Natale 2018

La magia del Natale pervade le aule della scuola primaria trasformate in laboratori. Protagonista la creatività:

I bambini in festa regalano il Natale agli ospiti della Casa di Riposo
Tradizionale scambio di auguri con gli ospiti della Casa di Riposo L. Zabert di Valfenera con rappresentazioni e canti. Una bellissima occasione di incontro, molto attesa e gradita dai nonnini. Per i bambini, accolti in un caldo abbraccio, l’opportunità di condividere con loro esperienze ed emozioni. Una ricchezza gli uni per gli altri.

Altri video della festa si possono visualizzare a questi link:

video 1   video 2   video 3   video 4   video 5   video 6

video 7  video 8  video 9

video 10   video 11   video 12   video 13

Il calendario 2019
Gli alunni di tutte le classi, in collaborazione con la scuola dell’Infanzia e il doposcuola Piccolo Principe, sono stati coinvolti in un’iniziativa proposta dalla ProLoco per la realizzazione di un calendario che verrà stampato e poi distribuito nel periodo natalizio a tutte le famiglie di Valfenera. 12 disegni, uno al mese, che rappresentano gli angoli più suggestivi e significativi del paese. Un almanacco realizzato “a 100 e più mani”.