Attività scuola primaria di Dusino San Michele

A.S. 2018/19

I NOSTRI DIRITTI IN GIOCO

Tutto è iniziato in occasione del trentesimo anniversario (2018-2019) della convenzione di New York sui diritti dei bambini e adolescenti.
Abbiamo lavorato lungo il corso dell’anno sui diritti fondamentali dei bambini e poi abbiamo fatto tante riflessioni, stimolate da letture, video, attività, discorsi collettivi sui diritti dell’umanità. Ad un certo punto abbiamo sentito la necessità di esprimere i diritti per noi importanti, quelli che meglio identificano le nostre esigenze e i nostri bisogni di bambini.
Abbiamo scelto di rappresentarli nel gioco dell’oca progettato da noi e disegnato grazie alla disponibilità del comune e all’arte del pittore giovanni canina; li abbiamo scritti, disegnati e tradotti anche in inglese:

  • IL DIRITTO ALLA NATURA
    • THE RIGHT TO LIVE CLOSE TO NATURE

L’IMPORTANZA DI VIVERE A CONTATTO CON LA NATURA CHE CI CIRCONDA

  • IL DIRITTO ALLA BELLEZZA
    • THE RIGHT TO BEAUTY

IL DIRITTO DI APPREZZARE E ABITUARSI ALLA BELLEZZA CHE C’E’ NELLE COSE INTORNO A NOI, A PARTIRE DAGLI SPAZI COMUNI

  • IL DIRITTO DI SOGNARE
    • THE RIGHT TO DREAM

IL DIRITTO DI AVERE DEI SOGNI, DI CREDERE NELLE PROPRIE PASSIONI

  • IL DIRITTO AL TEMPO LIBERO
    • THE RIGHT TO FREE TIME IN CHILDHOOD

IL DIRITTO DI SENTIRSI LIBERO DI ESPRIMERSI SENZA CHE IL TEMPO SIA UN LIMITE, NON SENTIRSI IMPRIGIONATI DALLE “LANCETTE”

  • IL DIRITTO DI SCEGLIERE LE COSE ASSIEME
    • THE RIGHT TO DECIDE TOGETHER

IL DIRITTO, L’OPPORTUNITA’ DI DARE VOCE AI PROPRI BISOGNI CONDIVIDENDOLI CON GLI ALTRI NEI TEMPI E NEI MODI

COSI’ FACENDO, ANCHE GRAZIE A QUESTO GIOCO CREATO DA NOI, NON LI DIMENTICHEREMO MAI E, ANZI, LI TRASMETTEREMO AI BIMBI CHE VERRANNO A SCUOLA DOPO DI NOI E AGLI ADULTI CHE NON POTRANNO PIU’ IGNORARLI E CERTAMENTE ESSERNE PIU’ CONSPEVOLI


La seta e il ciclo del baco da seta

Il nostro progetto sui tessuti non poteva che concludersi con questa bellissima esperienza: l’allevamento del baco da seta.
Le uova del baco ci sono state regalate dalla scuola dell’infanzia di Cisterna d’Asti nei primi giorni di maggio; si sono schiuse subito e da esse sono usciti piccoli bruchetti neri lunghi circa tre millimetri. Abbiamo dovuto nominare alcuni “custodi dei bachi”, che portassero a scuola ogni giorno foglie fresche dell’albero del gelso, di cui gli animaletti si nutrono.
Nel giro di circa un mese i bachi sono cresciuti tantissimo fino ad arrivare a misurare 8 o 9 centimetri; hanno cambiato colore: da neri sono diventati bianchi e sono diventati sempre più voraci. All’inizio di giugno hanno cominciato a preparare il bozzolo dentro il quale compiere la metamorfosi da bruco a farfalla.
Poiché nel frattempo la scuola è finita, la nostra insegnante ci ha dato da portare a casa due o tre bozzoli, per permetterci di assistere al magico momento in cui la falena esce fuori.

Grazie ai bachi abbiamo potuto fare molte scoperte scientifiche relative agli ecosistemi e agli habitat naturali, alle catene alimentari, alle tecniche di attacco e di difesa degli animali, all’intervento dell’uomo sulla natura, al legame tra territorio e risorse, al processo di metamorfosi compiuto da alcuni insetti, alla comprensione di ciclo animale e vegetale…non sono mancate le scoperte storico-geografiche: ci siamo accorti che intorno a noi sono presenti diversi alberi di gelso, nel nostro paese un tempo era diffuso l’allevamento dei bachi, la cui seta veniva lavorata nelle filande locali ormai scomparse. Ma la scoperta più bella è stata scoprire che i gelsi producono delle dolcissime more, con le quali si può produrre anche la marmellata!


Dall’Ecocampus al sito di Rino

E’stata una bella impresa, partendo dalla nostra scuola, raggiungere a piedi il sito di Rino, al confine con il paese di Villafranca. Sono stati 6 chilometri ricchi di sorprese, di scoperte e di conoscenze. Abbiamo fatto una prima sosta all’Ecocampus, quindi, guidati dalla passione degli operatori del Pachamama, che ci seguono da ormai un anno, abbiamo camminato, attraversando la valle, in mezzo a prati, sentieri e brevi tratti di strada asfaltata.

Camminare insieme e scoprire la natura che ci circonda e il nostro territorio, imparare il nome dei fiori e degli alberi, sentire il profumo del grano, del fiore di acacia, dell’erba tagliata, osservare le sfumature dei colori della campagna, osservare gli insetti e ascoltare il canto degli uccelli…avvertire una sensazione di libertà e felicità che ci ha contagiato per tutto il giorno.

All’arrivo abbiamo fatto tutti insieme un pic nic sull’erba e riscoperto il luogo in cui fu trovato il rinoceronte preistorico, ormai nostra mascotte ufficiale.


IMG-20190514-WA0009

Screenshot_20190515-071158

Evento aperto a tutti presso la Scuola Primaria Senza Zaino di Dusino San Michele


Premiazione del Giorna Rino: tutti a Pescara!

Una delegazione di bimbi, insegnanti e genitori si è recata a Pescara nei giorni 8, 9 e 10 aprile per partecipare all’evento di Premiazione del Giornalismo scolastico. Il nostro Giorna Rino ha vinto un importante Premio Nazionale, essendo stato selezionato tra i primi 100, tra circa 2.000 testate!
E’ stato un viaggio entusiasmante, ricco di emozioni e di scoperte. Alla premiazione erano presenti tantissimi studenti provenienti da tutt’Italia; per lo più delle scuole medie di I e II grado, noi eravamo i più piccoli in assoluto… Un giornalista del “Messaggero” ci ha descritto come si svolge la giornata di un reporter e poi ci ha intervistato, Chiara ha preso la parola ed è stata brava e disinvolta a spiegare il nostro lavoro in redazione!! Sul palco si sono susseguite tutte le scuole presenti: dirigenti, insegnanti e alunni, tutti motivati e appassionati. Al termine abbiamo ricevuto il nostro premio: un attestato con tanto di cornice e una copia dell’albo dei giornalini scolastici con foto e articoli.

L’uscita è stata un’occasione per vivere tre giorni di esperienze gratificanti: dal viaggio sul Frecciarossa al pigiama party in hotel, dai giochi sulla spiaggia ai buffet della colazione… una gita indimenticabile!

 

 

 

Un secondo riconoscimento al Giorna Rino è un altro premio nazionale dell’Ordine dei giornalisti. Ecco la lettera di premiazione.20190417_164410


Progetto “Coltiva la gentilezza”

“La gentilezza è contagiosa” è lo slogan che abbiamo scelto per le nostre magliette, dopo aver fatto diverse attività, giochi, discussioni, disegni, osservazioni con tema la gentilezza. Abbiamo scelto come simbolo un soffione, perché i suoi semi si spandono nell’aria al soffio del vento proprio come la gentilezza. Cerchiamo ogni giorno di imparare ad essere più gentili, tra di noi a scuola, con i nostri genitori e amici a casa, con quanti più riusciamo!
Con i nostri disegni abbiamo partecipato al Concorso della Rete Nazionale Senza zaino, dal titolo “Le parole gentili”, proposto in occasione del Senza zaino day, giornata in cui le scuole si aprono all’esterno… un buon motivo per essere ancora più gentili!

 

 

 


AGO, FILO E ZUCHERO FILATO!

Grazie alla disponibilità delle nonne di Veronica, Filippo e Matilde abbiamo organizzato un laboratorio di cucito che ci ha appassionato e divertito.
Con ago e filo abbiamo preparato dei costumi di Carnevale creativi e originali e li abbiamo indossati durante la festa fatta a scuola trasformandoci in zebre, giraffe, leoni, rinoceronti, coccodrilli, ippopotami e altri animali dell’Africa.

 

 

 

Cucire richiede molte abilità: infilare l’ago nella cruna, misurare la lunghezza dei fili, coordinare le capacità oculo – manuali, concentrarsi e non perdere la pazienza, compiere movimenti di motricità fine, accettare l’errore e riprovare…non è stato per niente facile, ma la motivazione a fare qualcosa di utile e la pazienza e la cura che le nonne hanno avuto per noi ci hanno aiutato a raggiungere ottimi risultati.

 

 

 

La festa è stata molto divertente: giochi, corse, coriandoli, stelle filanti, bugie e pure zucchero filato…con un progetto simile non poteva certo mancare!!

 

 

 

Buon Carnevale a Tutti!!!


“Combo”, laboratorio alla Fondazione Agnelli

Venerdì 22 febbraio, noi ragazzi di IV e V abbiamo avuto la fortuna di partecipare al laboratorio di robotica “Combo” organizzato dalla Fondazione Agnelli nella sede a Torino.
I ragazzi della Fondazione sono stati disponibili ed accoglienti, ci hanno guidato ed aiutato tutta la mattinata dandoci la possibilità di sperimentare l’utilizzo del robot E.do in varie situazioni e compiti di realtà. Non è stato dunque solo un laboratorio “di robotica”, ma “con la robotica”; grazie alla tecnologia infatti, abbiamo risolto alcune situazioni problematiche mettendo in campo le nostre conoscenze matematiche. Abbiamo ripassato le proprietà delle operazioni, le misure, i concetti di peso netto, peso lordo e tara, abbiamo sviluppato capacità di problem solving e soprattutto, abbiamo rafforzato la capacità di cooperare efficacemente per risolvere i problemi.
Ci siamo divertiti un sacco a manovrare il braccio robotico utilizzando i tablet e anche stupiti di riuscire a muoverlo come volevamo noi. Risolvere i problemi e fare i calcoli è stato bello e motivante, ci è sembrato un gioco!

 

 

 


DAVIDE BOMBEN, PROFESSIONE RANGER

In seguito all’adozione del piccolo rinoceronte Davide, rimasto orfano a causa del bracconaggio, abbiamo avuto l’onore di ospitare a scuola per un’intera mattinata Davide Bomben, il papà del piccolo rinoceronte, nonché istruttore capo dei rangers dell’Aiea (Associazione italiana esperti d’Africa).
Ci ha raccontato tantissime cose interessanti sull’Africa e sugli animali che la abitano, ma soprattutto ci ha parlato dei rinoceronti e del fenomeno del bracconaggio.
La scelta di diventare ranger e di occuparsi di animali è nata quando Davide aveva circa la nostra età e si trovava con suo papà nella savana africana. Qui una rinoceronte femmina si è avvicinata a lui per farsi grattare la pancia e, vedendo i suoi occhi così dolci, lui non ha potuto fare a meno di “innamorarsene” e di decidere di dedicare la sua vita ad aiutare questi bellissimi animali.
Per diventare rangers bisogna studiare tanto e conoscere bene le lingue, inoltre ci vuole molto coraggio perché alcuni animali possono essere pericolosi, anche se, ci ha detto Davide, il pericolo maggiore sono i bracconieri. Questi cacciatori uccidono rinoceronti, elefanti e altri animali per prendere loro il corno o le zanne, che rivendono a caro prezzo.
L’Associazione esperti d’Africa si prende cura dei rinoceronti feriti e soprattutto dei piccoli rimasti orfani; abbiamo visto delle immagini in cui si vedeva il piccolo Davide prendere il latte da un biberon gigante.
Grazie alla nostra donazione possiamo contribuire al benessere dei rinoceronti del centro, che necessitano di cibo e cure mediche e, dopo aver imparato tutte queste cose, ne siamo ancora più fieri!

 

 

 

UNA GRADITA SORPRESA
In seguito all’articolo dell’adozione del rinoceronte Davide sulla Stampa del 20 gennaio 2019, abbiamo ricevuto questa lettera da parte del Ministero dei beni culturali.img-20190129-wa0015

Che soddisfazione! Il nostro progetto viene riconosciuto e appoggiato dai massimi esponenti della cultura.
Gli amici di Rino ringraziano e promettono di mantenere l’impegno e l’interesse.

20190130_223144

Leggi l’articolo su La Stampa online


Adottiamo un baby-rinoceronte

dusino primaria

Leggi l’articolo su La Stampa online


Un Natale jumper!!

Quest’ anno abbiamo deciso di partecipare all’evento “Christmas jumper day” e, una mattina, abbiamo invitato a scuola le mamme, le zie, i papà, le nonne e i nonni che ci hanno aiutato ad abbellire i nostri maglioncini con decori a tema natalizio. La maestra di inglese ne ha approfittato per organizzare, tutti insieme nel cerchio, un gioco che aveva come tema l’abbigliamento … la sua richiesta era di riconoscere e pronunciare i vari termini in inglese (pullover, golf, jumper, t-shirt…). Subito dopo tutti in aula per lavorare: chi pinza, chi cuce, chi progetta, chi incolla, chi cerca … insomma alla fine il risultato è risultato perfetto e decisamente natalizio.

 

 

 

Il giorno della festa abbiamo indossato il nostro maglione e l’allegria e l’atmosfera del Natale si sono subito impossessati di tutti noi. Grazie al prezioso aiuto del maestro Leonard, musicista di professione (ha suonato anche con il rapper J-Ax), con noi amico per vocazione, abbiamo cantato e recitato, illuminando di gioia la festa più bella dell’anno.

 

 

 

Natale non è lo stesso se non ci sono i regali … a questo ci hanno pensato i nostri papàRINI e le nostre RINOmamme che hanno deciso di raccogliere fondi da devolvere all’associazione “SAVE THE CHILDREN”, organizzazione indipendente dedicata alla difesa dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Che sia un Buon Natale per tutti!!

 

 

 


Trama e ordito

Quest’anno abbiamo un progetto molto interessante che ci permetterà di capire quali sono, da dove vengono e come vengono lavorati i tessuti.
Tutto è nato la scorsa primavera quando abbiamo piantato nel nostro giardino i semi del cotone; a settembre abbiamo ritrovato delle piantine piene di fiori e ad ottobre abbiamo avuto la sorpresa di scoprire tra i rami, una soffice bambagia. Da qui è nato il progetto, che ci permetterà di fare un sacco di esperienze interessanti. La prima uscita didattica è stata a Cisterna d’Asti, al Museo degli antichi mestieri; qui abbiamo visto, tra le varie botteghe, la sartoria, la lavorazione della canapa e la stanza dei pesi e delle misure con le bilance per la pesatura dei bachi da seta. Inoltre abbiamo fatto un bellissimo laboratorio sulla filatura e la tessitura, in cui abbiamo potuto scoprire molte curiosità sulle fibre sia vegetali che animali. Abbiamo visto come si facevano le corde con la canapa, come si impagliavano le sedie, come si lavorava la lana, dalla cardatura alla filatura, come si filava la seta…

 

 

 

Abbiamo scoperto il telaio e la pazienza che le tessitrici avevano a intrecciare trama e ordito, il fuso e l’arcolaio ci hanno ricordato una fiaba “La bella addormentata nel bosco” e con l’uncinetto, un filo di lana si è trasformato in un bellissimo braccialetto.
In queste ultime settimane, presso il “Telaio solidale” di Valfenera abbiamo avuto la possibilità di imparare ad usare il telaio (ognuno di noi ne ha costruito uno piccolino), con l’aiuto della signora Filomena e delle sue valide aiutanti, abbiamo imparato la paziente arte della tessitura. Lavorando i fili ed intrecciandoli sul telaio abbiamo ottenuto delle pezze di stoffa, dei piccoli manufatti preziosi tanto quanto il tempo che abbiamo dedicato alla loro lavorazione.
Nel mese di gennaio i più grandicelli si recheranno in visita al Villagio Leumann di Collegno: qui nei primi anni del secolo ‘900 sorgeva un cotonificio, intorno al quale nacque un vero e proprio villaggio per gli operai.
Per ora è tutto, ma la storia dei tessuti continuerà nei prossimi mesi e porterà con sé altre nuove scoperte ed attività entusiasmanti!

 

 

 


Il Consiglio dei Ragazzi incontra Mattarella

 

 

 

Lunedì 26 novembre 2018 Giulia, Rebecca, Edoardo, Matteo, Gabriele, Riccardo, Matteo e Chiara, in veste di rappresentanti della nostra scuola partono per una grande avventura: incontrare il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
Il presidente è a Torino per alcune visite ufficiali, Università, Polo 900, Museo della Sindone… nel pomeriggio è al Sermig, ospite di Ernesto Olivero. E’ qui che lo incontriamo! Il Sermig, ossia l’ Arsenale della Pace, è diventato grazie ad Ernesto un luogo di accoglienza per i più sfortunati, un luogo in cui i giovani prestano la loro opera per aiutare gli altri, un luogo di pace, amicizia e felicità.
Mattarella ci dice che per avere la pace è necessario abbattere le barriere, non avere pregiudizi, né ostilità verso le altre etnie; aiutarsi vicendevolmente è più conveniente che cercare di prevalere gli uni sugli altri, crescendo insieme si sta meglio. Perché ci sia la pace è necessario prepararla e diffonderla fin dalla più tenera età.

 

 

 

Un volontario del Sermig pone al presidente la domanda più difficile: “Che esempio possono dare gli adulti ai bambini?” Il presidente risponde che è necessario creare prospettive comuni di condivisione e di collaborazione. Parla dell’Unione Europea come di un ottimo esempio di collaborazione tra Stati e conclude augurandosi che i nazionalismi non ci facciano tornare al passato, in cui i conflitti e le guerre erano all’ordine del giorno.
Ai giovani il presidente dice di non rinunciare mai, di insistere per ottenere ciò che si vuole… i desideri quando sono positivi, si realizzano!
La positività di Mattarella ci carica di entusiasmo e di fiducia; cercheremo di mettere in pratica ciò che abbiamo sentito: la pace, la gentilezza, la fratellanza, la collaborazione, la condivisione, l’aiuto reciproco sono tutti valori che ci insegnano tutti i giorni le nostre insegnanti e i nostri genitori, insieme ce la faremo a costruire un mondo migliore!


La Festa degli Alberi

21 novembre 2018. Una Festa degli Alberi con un programma molto speciale!

 

 

 

Grande giornata outdoor alla Scuola Primaria di Dusino San Michele!
In occasione della Festa dell’Albero abbiamo inaugurato l’Ecocampus Pachamama Gugalè, in collaborazione con il Comune e gli operatori del Pachamama.
Il campus si trova vicino alla nostra scuola ed oltre a noi, potranno utilizzarlo tutti coloro che amano l’outdoor; qui, grazie alla competenza dei nostri amici Davide, Cristiano, Romina, Carlotta…sarà possibile vivere la natura a 360°.
Al campus è possibile pernottare nelle tende, costruire rifugi e capanne, accendere il fuoco, arrampicarsi sulle reti e sui ponti di corda, dondolarsi con le funi da un albero all’altro, tirare con l’arco, correre, ridere, giocare, imparare tante cose sulla natura…al campus è possibile stare bene e ritrovare l’armonia.

 

 

 

La nostra giornata è cominciata con un interessantissimo laboratorio di fotografia a cura del papà di Giulia, la nostra compagna di 1°, che ci ha insegnato ad usare la fotocamera digitale e a scattare foto bellissime; una volta fuori abbiamo iniziato il nostro safari fotografico realizzando degli scatti da veri professionisti!
Al campus abbiamo piantumato alcuni gelsi, in onore del passato di Dusino San Michele, dove i “Gugalè”, ossia gli allevatori dei bachi da seta, avevano molta importanza. I bachi prima di fare il bozzolo si nutrono delle foglie del gelso e, quando a primavera li alleveremo, sapremo certamente dove trovarle! Li alleveremo perché vogliamo vedere la seta…uno dei nostri progetti quest’anno è “Trama e ordito”, ossia lo studio dei tessuti vegetali e animali.

 

 

 

Al pomeriggio abbiamo giocato e ci siamo cimentati con molte attività outdoor, sempre con la guida e l’aiuto dei nostri amici esperti.
Intorno al focolare abbiamo atteso l’arrivo dei nostri genitori e amici e con loro abbiamo condiviso le caldarroste. La nostra gioia era talmente tanta che ha contagiato tutti e crediamo che gli adulti si siano accorti di quanto è importante per noi bambini vivere all’aria aperta e di come questo sia un nostro diritto.
Questa giornata ce la porteremo sempre nel cuore, certi che ne arriveranno molte altre!!

 

 

 

 

 

 


Premio Nazionale “Giornalista per un giorno” 2018/19

Un prestigioso riconoscimento per la testata scolastica “IL GIORNA RINO” che si è aggiudicata il Premio Nazionale “Giornalista per un giorno”, promosso dall’Associazione Nazionale Giornalismo Scolastico, essendo rientrata nel gruppo dei migliori 100 giornali italiani su 1.826 testate monitorate. A valutare le riviste e i giornali realizzati e proposti, una Commissione composta da importanti giornalisti professionisti di livello nazionale e guidata dal dott. Gennaro Sangiuliano, vice-direttore del TG1 RAI e Direttore della Scuola di giornalismo dell’Università degli Studi di Salerno.

Lettera

Le premiazioni avverranno a Pescara nei giorni 9 e 10 aprile 2019, all’interno di una manifestazione che prevede lo svolgimento di workshop tematici e la cerimonia/spettacolo finale nell’arco delle intere giornate.

IMG-20181023-WA0023

Un risultato importante, un premio condiviso per un’attività che trasforma il gruppo-classe in un’attiva redazione in cui tutti gli alunni possono essere giornalisti, protagonisti del proprio tempo e consapevoli delle loro capacità.


A. S. 2017/18

IL GIORNA RINO

Nuove edizioni del giornale della Scuola di Dusino.

Visita la pagina dedicata e sfoglia il Giornalino online 

 

 

 


OPEN SCHOOL Scuola Primaria di Dusino San Michele

 

 

 


Giorni di scuola


Natale è…

 

 

 


A LEZIONE DI TERRITORIO
L’ATL entra a scuola!IMG-20171223-WA0000

Nel mese di novembre sono venute a trovarci le guide e le esperte dell’ATL, associazione turistica locale di Asti e provincia. Due sono state le lezioni fatte in classe: la prima sul territorio astigiano, la sua storia, le sue bellezze, i suoi monumenti e la sua cultura; la seconda, più specifica, sulla sua gastronomia.
Il progetto, ci hanno detto, ha lo scopo di attivare processi che mettano i giovani nelle condizioni di apprezzare il territorio in cui vivono, conoscendone la storia, le tradizioni e le peculiarità: le nuove generazioni potranno così essere i promoter di queste terre e queste colline. Con l’aiuto di slides e di una bellissima guida a fumetti, le operatrici dell’ATL ci hanno mostrato tutte le potenzialità turistiche dell’astigiano, sorprendendoci e facendoci sentire fieri di abitare in queste zone. Il protagonista del libro è Toiu (Vittorio Alfieri) accompagnato dal fido tabui (cane meticcio, a volte cercatore di tartufi). Di tartufi e di eccellenze gastronomiche abbiamo parlato nel secondo incontro, che ha avuto come argomento conduttore proprio i prodotti del territorio e la gastronomia. Abbiamo anche fatto dei giochi di gruppo, il più bello è stato quello di riconoscere, ad occhi bendati, ortaggi e frutti, soltanto toccandoli e odorandoli.
Noi promoter del territorio lo siamo già un po’: con l’aiuto del nostro sindaco e di un architetto esperto stiamo realizzando la segnaletica per il sito di Rino, il rinoceronte preistorico, in modo che tutti possano godere della bellezza di questi sentieri e della storia che li caratterizza. Presto ne vedrete delle belle!!


IL GIORNA RINO

Prima edizione del giornale della Scuola di Dusino.

Visita la pagina dedicata e sfoglia il Giornalino online 


21 NOVEMBRE: FESTA DEGLI ALBERI!

 

 

 

Tutti al sito di Rino … non c’è modo migliore per festeggiare questo giorno speciale!
Oggi, 21 novembre 2017, siamo andati tutti al sito di Rino per trascorrere qualche ora in mezzo alla natura. La passeggiata del “Crotin” si trova vicino al sito del rinoceronte preistorico; qui gli alberi sono protagonisti: il nome crotin, che in italiano significa grottino, deriva dal fatto che le chiome delle piante si intrecciano quasi a formare una volta, proprio come in una grotta.
Camminando si incontrano per lo più alberi d’alto fusto come roveri, ma anche acacie, noccioli e molti rovi.
In questa stagione, l’autunno, le foglie cadute a terra  formano un tappeto morbido, il bosco è pieno di profumi e sul terreno è facile scorgere impronte di caprioli e cinghiali. Sulle foglioline osserviamo goccioline di rugiada e su alcuni tronchi vediamo i licheni, che ci dicono che qui l’aria è pulita. Per noi bambini è un vero e proprio paradiso!

 

 

 

Ne approfittiamo per raccogliere l’immondizia che troviamo lungo il sentiero: alcune bottiglie e alcune cartacce; Samuele e Luca trovano la ruota di un’auto e decidono di portarla fino a scuola utilizzando un bastone… in primavera diventerà un’originale fioriera!
Ci fermiamo per una sosta e i rami e gli alberi si trasformano come in un incanto, diventando archi, porte verso giardini segreti, fucili, canne da pesca, arieti apriporta, sedie, montagne da scalare …
Saltiamo, corriamo, ci arrampichiamo, ridiamo, scopriamo, urliamo, siamo felici!!

Viva gli alberi, il bosco, la natura e Rino, la nostra mascotte!!


SCUOLA SENZA ZAINO

Nella scuola primaria di Dusino san Michele, nell’anno scolastico 2017/2018, c’è il progetto di “Scuola senza zaino”.
I bambini sono molto contenti di questa “novità”, perché non hanno più il grosso e pesante zaino, che è stato sostituito da una borsa a tracolla.
La borsa a tracolla può contenere: il diario, la cartellina (solo quando ci sono i compiti) e i libri per fare i compiti per chi non fa il doposcuola.
La borsa è blu, la tracolla grigia e ha una scritta grande e bianca con “Scuola senza zaino”.
Un’altra novità è che i bambini non si portano più il materiale da casa, ma in ogni aula ci sono cestini con tutto il materiale.
Tutte le mattine a scuola si fa un cerchio nell’atrio per parlarci dei nostri problemi, degli incarichi che abbiamo, dei tutor e ci raccontiamo delle storie a vicenda.
Questa scuola è proprio bella ……

 

 

 

Il sindaco di Dusino, Walter Malino, ha comprato diversi arredi: tre tavoli per aula, 2 più alti e 1 più basso. I tavoli in ogni aula sono di colori diversi: in matematica blu, in italiano rossi e in inglese e scienze sono bianchi.
Insieme ai tavoli sono stati acquistati anche degli scaffali, bianchi e marroni. Ogni bambino avrà il suo spazietto (di cm 20 x 14) dove riporre il proprio materiale.
In questa scuola speciale c’è anche la biblioteca.
La biblioteca è una sala di relax, cioè quando un bambino ha finito i compiti va lì, in silenzio, a leggersi un libro (di avventura, storie baby, fumetti di vario tipo, geografia, storia, natura e di arte).
Nella biblioteca ci sono un tappetino, una decina di cuscini e due scaffali con tanti libri.

 

 

 

Quest’anno a scuola, inoltre, abbiamo dipinto l’entrata e la biblioteca.
L’entrata è stata dipinta con il tema dell’ambiente naturale (fiori, api, farfalle, ecc….), invece la biblioteca con disegni che riguardano lo spazio (pianeti, stelle, razzi, navicelle, ecc…).
I ragazzi sono molto contenti di questi cambiamenti.Articolo La stampa-1Leggi l’articolo su La Stampa online 


PARTECIPAZIONE A EUROPE CODE WEEK

Attività di Coding con la carta quadrettata.

 

 

 


GLI AMICI DI RINO AL FESTIVAL DEL PAESAGGIO AGRARIO

Il 29 settembre 2017 siamo stati invitati a presentare il nostro progetto “Gli amici di Rino” alla IX° edizione del  Festival del Paesaggio agrario, che si è tenuto ad Asti.
Il titolo della manifestazione è stato:  “Astigiano: terra di fossili terra di vino – preistoria presente futuro del paesaggio del vino coltivato sulle sabbie astigiane”.

 

 

 

L’evento è durato quattro giorni e si è svolto in sedi differenti; per quanto ci riguarda siamo  stati ospitati presso il Museo Paleontologico di Asti e abbiamo partecipato alla sezione:  Il Museo dei fossili e l’istituzione del Distretto Paleontologico.
Il nostro progetto ha ottenuto il consenso di tutti i presenti, da Beppe Rovera, coordinatore, a Gianfranco Miroglio, presidente del museo di Asti, a Daniele Ormezzano della sezione di paleontologia del Museo Regionale di Scienze Naturali, all’onorevole Buitoni, Beni culturali e Turismo.

 

 

 

L’idea di valorizzare il nostro paesaggio, cogliendo quanto di importante esso ha da offrirci, di prenderci cura di esso, di conoscerne la storia e di apprezzarne la bellezza è il punto su cui ci siamo trovati d’accordo tutti. Noi, nel nostro piccolo, abbiamo infatti adottato il sito del rinoceronte preistorico, studiato la storia dei ritrovamenti fossiliferi e preso in carico il sentiero limitrofo, con giornate di pulizia in collaborazione con Legambiente, passeggiate naturalistiche, escursioni  didattiche,…
Anche il nostro libro “Gli amici di Rino”, studio sulla flora e la fauna del nostro territorio nel Pliocene, è stato molto apprezzato.
E’ stata una giornata impegnativa per noi bambini, perché i progetti degli adulti includono paroloni e discorsi difficili a volte da capire, ma il fatto che ci abbiano invitati e che abbiano condiviso le loro idee con noi, ci ha fatto capire che stiamo facendo una cosa utile e importante, che vale la pena di continuare.
                                                                                                           Gli Amici di Rino
Ecco l’articolo in cui si parla del nostro progettoarticolo-rino.jpgQui si può visualizzare l’articolo su La Stampa online


Anno Scolastico 2016/17

MA QUANTE NE ABBIAMO COMBINATE?!

A settembre abbiamo fatto l‘inaugurazione della nuova scuola1      23

A ottobre siamo andati a visitare il sito del rinoceronte preistorico e, in accordo con il comune, abbiamo deciso di adottarlo … è nato così il progetto “Gli amici di Rino”.

 

 

 

Il Consiglio dei ragazzi si è messo subito all’opera e ha incontrato la Giunta Comunale per prendere accordi sul da farsi.

7

È stato bandito un concorso interno per scegliere il logo degli Amici di Rino, da mettere sulle magliette della scuola. Poi si è dato il via alle ricerche, agli studi, alle uscite che ci hanno permesso di scoprire qualcosa in più…

Siamo andati, come prima cosa, al Parco di Valleandona e al Museo Paleontologico di Asti per vedere i fossili ed impararare, grazie ad essi, a conoscere il nostro territorio e la sua storia.

98111012

Abbiamo partecipato all’Ora del Codice nell’ambito dell’iniziativa Europe Code Week 2016.

 

 

 

Intanto è arrivato novembre e a scuola abbiamo festeggiato gli alberi e la natura … abbiamo dedicato ad essi la mostra: “Un bosco di emozioni”

 

 

 

Abbiamo partecipato al progetto “L’ora di lettura” e lo abbiamo inaugurato con il libro di Roald Dahl “Minipin”. Protagonisti della storia sono gli uccelli e li abbiamo invitati a venire nella nostra scuola.

1516

A dicembre abbiamo collaborato con l’insegnante Elisa per un progetto sulla musica e le favole … è nato così un bellissimo spettacolo per Natale! Auguri!

 

 

 

1921

Abbiamo in seguito cominciato a lavorare sul tema della multiculturalità e dell’inclusione; abbiamo invitato a scuola R. Arias, autrice del libro “Le feste comandate” che ci ha parlato della festa ebraica della luce

22

La nostra maestra di religione ci ha raccontato le tradizioni del Natale cristiano23

La mamma di Mattia (un compagno di classe 4°) ci ha aiutato a preparare le uova colorate in occasione della Pasqua24

Mariame dalla Guinea e Ashley dalla Costa d’Avorio hanno organizzato per noi la Festa dell’Amicizia

2526

Ogni mattina tutti insieme abbiamo fatto il cerchio delle lingue e abbiamo imparato il rumeno, l’arabo, l’inglese, il francese, il senegalese e … anche il piemontese!

Abbiamo realizzato un video bellissimo pieno di musica e balli da presentare all’Unesco in occasione del percorso “Migrazione e accoglienza”

2728

IMG-20170508-WA0000

GIORNATA DELLA MEMORIA

A gennaio, in occasione della giornata della memoria, è venuta a trovarci Susanne, autrice del libro “La nonna bambina” e ci ha raccontato della sua esperienza, come ebrea, durante la guerra.

2930

È CARNEVALE!! A SCUOLA SI FA FESTA!!

 

 

 

A febbraio siamo andati ad Alba a visitare la mostra del pittore Balla

 

 

 

Al Teatro Carignano abbiamo assistito ad uno spettacolo favoloso: “La bella addormentata”

 

 

 

La classe 4° è andata a visitare il Museo Egizio di Torino insieme ai compagni di Cellarengo e San Paolo

 

 

 

Avevamo proprio bisogno di ricaricarci per la primavera … abbiamo ritrovato il benessere con il corso di Shiatsu

3940Abbiamo aderito all’iniziativa di Legambiente “Nontiscordardime” e, insieme ai volontari di Legambiente Valtriversa, siamo andati al sito del rinoceronte per una giornata all’insegna dell’ecologia.

 

 

 

Ad aprile tutti in gita all’Acquario di Genova!

43444546

A scuola si balla e si suona con gli strumenti della banda!!

 

 

 

A maggio abbiamo realizzato l’orto verticale da presentare alla festa della Terra di Villanova e, in continuità con la scuola materna, abbiamo creato il giardino delle aromatiche davanti alla scuola.

 

 

 

E per finire tanto sport e giochi all’aria aperta alla Mezzaluna di Villanova con i compagni di tutte le scuole

 

 

 

Il professore Bonaldo ci ha accompagnato con i suoi asini nella passeggiata “Gli amici di Rino” di fine scuola, insieme ai genitori e a tutti coloro che hanno collaborato con la scuola

5960

L’ avventura con il rinoceronte di Dusino è diventata un libro illustrato e scritto interamente dai bambini61


Anno Scolastico 2015/16

I RAGAZZI DELLE ELEMENTARI INCONTRANO LA GRANDE SCIENZA!

Giovedì 17 marzo siamo andati a Torino, al Politecnico, per partecipare alla VI° edizione della giornata dedicata alla grande scienza. All’interno dell’Istituto siamo stati accolti da giovani ingegneri che ci hanno spiegato il funzionamento dei robot. Suddivisi in vari gruppi abbiamo impostato delle macchine robot per farle gareggiare su un circuito. Dopo aver sfidato ben dieci macchine robot abbiamo vinto. Quando siamo andati alla premiazione in una sala ci hanno consegnato il premio come “miglior ingegnere”.

Una cosa molto emozionante di questa giornata è stata anche l’aver conosciuto il presidente della Fiat John Elkann, che sponsorizzava la manifestazione. Al nostro tavolo erano seduti i suoi due figli. Alla sera ci siamo rivisti alla televisione sul TG di Rai 3. Al Politecnico ci hanno omaggiato di magliette e matite.

E’ stata una giornata emozionante!

Firmato: Gli alunni delle classi IV° e V°

ragazzi1


NOI E LO SPORT

Quest’anno abbiamo avuto la possibilità di svolgere molte attività sportive!!sport

Abbiamo frequentato per circa tre mesi il corso di nuoto presso la piscina di Riva di Chieri…

sport2

Abbiamo fatto lezione di cheerleading con un’istruttrice professionista … uno spasso!!sport3

Siamo andati per un giorno intero in montagna a Limone e abbiamo sciato insieme a maestri di sci qualificati …

sport4

Abbiamo partecipato al progetto Sport di classe in collaborazione con la Mezzaluna di Villanova…

sport5

Ci siamo divertiti a giocare con i compagni di tutte le scuole dell’Istituto nelle giornate dedicate allo Sport a Villanova …

La nostra V ha partecipato ai Giochi della Gioventù ad Asti vincendo molte gare … e anche qualche medaglia!!


Noi e la scienza

Quest’anno ci siamo sentiti un po’ scienziati: oltre ai tanti esperimenti in classe svolti con la nostra maestra ma anche con gli esperti dei laboratori “settimana della Scienza”, sul magnetismo, le proprietà dell’acqua e dell’aria, sulla chimica … abbiamo fatto anche un viaggio stellare in 3D al Planetario di Pino Torinese. Qui abbiamo scoperto l’origine di tanti fenomeni naturali… provando in prima persona la forza di gravità e la forza centrifuga e abbiamo persino osservato i pianeti con il telescopio…  una giornata spaziale!

 

 

 


Noi e la natura

Il nostro territorio, il nostro ambiente, la nostra Terra … quante curiosità, quanti spunti di riflessione e di studio ci offre!

natura1

Ospitati a casa del signor Rinaldo per godere di una giornata autunnale, raccogliamo a piene mani i prodotti della natura!natura2

Osserviamo e impariamo dai nostri nonni a piantare un albero di ciliegio, il nostro, a prendercene cura e ad aspettare che cresca …

natura3

Abbelliamo la nostra scuola e gli spazi intorno ad essa con fiori e pitture, impariamo ad averne rispetto e a sentirla più nostra durante la giornata di volontariato promossa da Legambiente “Nontiscordardimè”.

natura4

Conosciamo i nostri amici animali grazie alla passione e all’impegno del professor Bonaldo che ci porta  i suoi asinelli e ci regala un pomeriggio indimenticabile!

Nel parco di Cumiana “ZOOM” abbiamo la possibilità di entrare in contatto con animali di altri territori, come le zebre, le giraffe, i rinoceronti…

natura5

E’ proprio al rinoceronte che dedichiamo il nostro ultimo sforzo: il docu-film “Alla ricerca del rinoceronte perduto”. Si tratta di un rinoceronte speciale, vissuto tantissimo tempo fa … nel territorio di Dusino; alla fine del 1800, sono stati trovati i suoi resti fossili a testimonianza di un lontano passato in cui tutto era diverso, il paesaggio, il clima…

Il docu-film viene presentato alla festa della Terra a Villanova in occasione della chiusura dell’anno scolastico e successivamente partecipa al concorso “cortometraggi per l’ambiente” a Caselle film festival. E’ anche l’inizio di un progetto, di un impegno per salvaguardare il sito del ritrovamento e con esso la storia, la nostra storia!

Storia, scienze, geografia … ma qui c’è tutto ed è tutto alla nostra portata!

natura6


DICONO DI NOI ….

NUOVA PROVINCIA DEL 15 MARZO 2016…

articolo

Visualizza l’articolo


Noi e l’inglese

La nostra scuola ha partecipato al progetto We speak english, condotto dalla madrelingua Suzy Noone e siamo diventati “very good in english”!

A fine anno abbiamo anche fatto una colazione, anzi breakfast in english con la nostra maestra che parlava inglese e noi capivamo tutto! Abbiamo provato il latte nel tè e ci siamo rimpinzati di cookies e di marmellata con il butter!

 

 

 


Teatro in classe!

Molte sono state le iniziative che ci hanno permesso di entrare in contatto con il mondo del teatro e con l’arte della recitazione sia come spettatori sia come attori …

A Natale abbiamo collaborato con la Scuola Primaria di Cellarengo e abbiamo realizzato uno spettacolo intitolato: “Un Natale più green!” il cui tema principale è stato il rispetto e l’amore per il pianeta in cui viviamo e la relativa consapevolezza di poter fare anche noi qualcosa per l’ambiente!

I più piccoli hanno realizzato un progetto di continuità con la scuola dell’Infanzia, durato diversi mesi, all’insegna del teatro: giochi scenici, improvvisazioni, consapevolezza dello spazio e del tempo teatrale, esecuzione di un copione, pittura e allestimento delle scenografie, costruzione di marionette e, naturalmente, esibizione finale davanti ad un pubblico entusiasta…

teatro

Abbiamo assistito ad uno spettacolo teatrale presso il Carignano di Torino; la storia era quella di Peter Pan, ma gli attori l’hanno interpretata in chiave moderna e noi ci siamo divertiti un sacco!

teatro2


Nasce il Consiglio dei ragazzi!

consiglio1

Alcuni di noi si candidano, si propongono e vengono attentamente ascoltati.

consiglio2

Valutate le proposte si fanno le votazioni!

consiglio3

Viene eletto il Sindaco dei Ragazzi e insieme ad esso alcuni consiglieri, che si riuniscono periodicamente per prendere decisioni da proporre alla giunta e al Sindaco del paese.

consiglio4

Da adesso in avanti noi bambini della Scuola avremo il nostro spazio di ascolto in Comune e le nostre proposte verranno prese in considerazione. “Noi contiamo!”


SETTIMANA DELLA SCIENZA

Si é appena conclusa, nella Scuola Primaria di Dusino San Michele, la “Settimana della Scienza” organizzata da Associazione CentroScienza Onlus, in collaborazione con il Museo Regionale di Scienze Naturali e Ce.Se.Di. della Città Metropolitana di Torino.
Le aule si sono trasformate, per l’occasione, in laboratori scientifici e i bambini hanno potuto compiere diversi esperimenti e fare osservazioni particolareggiate.
Le attività proposte sono state molte, dalla realizzazione di un erbario allo studio dei fenomeni magnetici, dalla fluidodinamica all’elettricità, dall’energia alle caratteristiche della luce.
20160323_100451
All’evento hanno partecipato anche gli alunni delle scuole limitrofe di Valfenera, San Paolo Solbrito e Cellarengo, che a turno hanno preso parte ad alcune esperienze.
DSCN0934

Sicuramente una proposta da ripetere, per l’entusiasmo che ha contagiato alunni ed insegnanti!


SPETTACOLO FINALE PROGETTO DI MUSICA

 

 

 


VISITA AL CENTRO LIPU di Tigliole

 

 

 


USCITA DIDATTICA AL MUSEO DELLA CURIOSITÀ di Torino

 

 

 


CONTINUITÀ SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA DELL’INFANZIA

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...